Golem Edizioni, 263 pp. – 2018 (13,90 €)

Leggere un giallo è sempre una sfida per me, non perché non sia affascinata dalla suspance o gli intrighi, ma perché non riesco mai ad empatizzare con i personaggi, ad affezionarmici più di tanto, forse perché il focus della storia è puntato su altro, non lo so. È un mio limite probabilmente.

Ecco, con La mossa del gatto questo non è successo. Mi aspettavo la solita trama con indagini e colpi di scena e basta, devo essere sincera, e naturalmente zero immedesimazione. Invece è stato un tripudio di emozioni.

È la storia di Cloe, una donna di 38 anni costretta dalla madre a tornare nel suo piccolo paese di origine a causa della morte della nonna e della casa da svuotare. Costretta perché Cloe non ama rivangare il passato, perché alla nonna sono legati brutti ricordi a cui non vuole per nessuno motivo pensare.

Sarà però il ritrovamento di una scatola con un fazzoletto insanguinato, una roncola e un foglio di giornale del 1956 a metterla di fronte ad una serie di eventi del passato poco chiari e a scatenare in Cloe la voglia di indagare sempre di più, con l’aiuto del suo vecchio amico Fabrizio, maresciallo in pensione.

Intrighi di paese in cui le carte verranno rimescolate più volte e in cui alla fine avrà un ruolo decisivo il gatto della protagonista, Pablo.

Al di là della trama in senso stretto, che tra l’altro è molto più di quello che avete appena letto, di questa storia ho apprezzato veramente il fatto che sia stato costruito con la giusta dose di tutti gli ingredienti necessari per rendere un libro davvero godibile.

L’intreccio da districare, la caratterizzazione dei personaggi così vera e reale, la componente sentimentale ma mai stucchevole nel personaggio della protagonista, in bilico fra due uomini, l’interiorità di Cloe in cui è impossibile non immedesimarsi, proprio perché rappresenta quella di una ragazza normale, con le sue paure, insicurezze, lati oscuri. Un passato che ha degli strascichi profondi in lei, ma che la rendono per questo tremendamente umana.

Non voglio tessere le lodi di questo libro a priori, sto cercando solo di trasmettervi il mio entusiasmo per quello che non è semplicemente un romanzo giallo, o comunque non solo un romanzo giallo. Fidatevi, una bellissima chicca che sta tra l’altro ottenendo anche premi importanti. E li merita tutti.

Una vera sorpresa.

L’autrice è al suo primo romanzo, ma ha un blog molto interessante e vi posso assicurare che si tratta di una persona veramente squisita. Tenete d’occhio anche la casa editrice, ha dei titoli molto variegati ed una cura nel loro lavoro eccezionale.

Alicedicarta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...